Progetto cyclewalk, mercoledì viaggio studio a Olbia con i partner provenienti da sei paesi europei

OLBIA. Proseguono le attività del progetto Cyclewalk, co-finanziato dal programma Europeo Interreg Europe 2014 – 2020 e che giunge al suo terzo anno. Diversi i Paesi europei coinvolti: Austria, Italia, Lituania, Olanda, Romania, Slovenia.

L'attività principale del progetto Cyclewalk è lo scambio di buone pratiche al fine di migliorare i criteri di qualità delle infrastrutture di mobilità sostenibile, sia ciclabili che pedonali. Uno degli obiettivi è attuare un cambio di prospettiva, promuovendo l'utilizzo della bicicletta e l’andare a piedi nella vita quotidiana da parte dei cittadini di Olbia.
Eventi organizzati sul territorio si alternano ad incontri internazionali. «Dopo aver partecipato a diversi viaggi studio in altre città europee, questa settimana, a partire da mercoledì e per tre giorni, grazie ai fondi europei del progetto, avremo il piacere di ospitare i partner nella nostra città - afferma il sindaco Settimo Nizzi – Si tratta di una grande opportunità di confronto direttamente nel nostro territorio che offre a tencini ed amministratori la possibilità di intervenire in modo più efficace nei progetti. È infatti fondamentale, insieme al cambio di mentalità per rendere la mobilità attiva sempre più un’abitudine quotidiana, l’azione dell’amministrazione comunale rispetto alle infrastrutture necessarie ad offrire realmente la possibilità di muoversi senza utilizzare l’automobile, come le piste ciclabili».

Tra le varie attività previste nel programma del viaggio studio, giovedì 12 settembre, i partner parteciperanno ad un evento organizzato in occasione della Summer School “Turismo e regolazione” - IX edizione della Scuola di alta formazione di Sociologia del territorio, organizzata dall’Università di Sassari. I contenuti si concentreranno sui temi relativi alle politiche e alle competenze professionali necessarie e auspicabili per una “diversa gestione del turismo”, pensata a partire dalle culture dei luoghi e condotta attraverso forme di regolazione che contrastino gli effetti indesiderati della crescita del turismo e, allo stesso tempo, mantengano intatto il potenziale di sviluppo locale. Una visione della città e del territorio “a misura di turista” può portare infatti al complessivo miglioramento della qualità della vita. Da qui il collegamento con la mobilità sostenibile ed il proficuo scambio di idee che i partecipanti di Cyclewalk potranno avere con i professori della Summer School durante l’incontro.
Una parte fondamentale del progetto è la campagna di sensibilizzazione, proprio perché permette di trasmettere ai nostri concittadini i temi di Cyclewalk, anche in modo pratico. Nei mesi scorsi si sono organizzate diverse attività come una pedalata, una camminata ed un seminario tematico. Dai primi di settembre e grazie alla collaborazione di Aspo, stakeholder del progetto, alcuni autobus sono stati brandizzati al fine di mostrare e diffondere i claim di Cyclewalk: “Bike is a Lifestyle” e “I love walking”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO