Processo per l'uccisione di Michela Fiori, sit in della Rete delle Donne e Prospettiva Donna

OLBIA. E' in corso a Sassari, davanti al tribunale di via Roma il sit in silenzioso della Rete delle Donne di Alghero mentre si sta svolgendo, a porte chiuse,  il processo con rito abbreviato nei confronti di Marcello Tilocca che ha ucciso il 23 dicembre scorso la moglie, Michela Fiori. Presente anche l'associazione Prospettiva Donna di Olbia: "La rete delle Donne di Alghero si è costituita parte civile nel processo e con loro sosterremo con forza -ha dichiarato la presidente di Prospettiva Donna, Patrizia Desole- che la violenza maschile sulle donne è inaccettabile, poiché è la più diffusa e terribile violazione dei diritti umani. Tutte e tutti dobbiamo opporci fermamente per porre fine ai femminicidio. Vogliamo giustizia per Michela e per i suoi bambini". Il pubblico ministero, Mario Leo, nel corso della requisitoria ha chiesto l'ergastolo per il 43enne algherese.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO