"Mayday"acqua a bordo della "Lady Rose", velisti soccorsi dalla Guardia Costiera di Olbia

OLBIA. Nella serata di ieri 18 ottobre 2019, alle ore 19 circa, un’imbarcazione da diporto a vela di circa 23 metri e con 4 persone a bordo, in navigazione da Olbia verso Arbatax, a circa 10 miglia ad est dal Golfo di Orosei ha lanciato un MAYDAY sul canale VHF CH 16, a causa della presenza a bordo di una via d’acqua. Le condimeteo in zona risultavano essere buone. La richiesta di soccorso è stata subito captata dal personale della Sala Operativa della Guardia Costiera di Olbia, al Comando del Direttore Marittimo C.V. (CP) Maurizio Trogu, che ha disposto l’immediato intervento della motovedetta CP 803 di stanza a La Caletta di Siniscola.

Giunta in zona, la motovedetta individuava l’imbarcazione in difficoltà denominata “Lady Rose” e valutata la situazione in atto, le condizioni in cui versava l’unità ed il buono stato di salute dei malcapitati, saliti nel frattempo, per sicurezza, sul tender in dotazione all’imbarcazione, procedeva, prontamente, al recupero a bordo dei quattro naufraghi, che ricevevano la prima assistenza da parte dell’equipaggio della Guardia Costiera.
Mentre la motovedetta CP 803 dirigeva con i quattro naufraghi verso il porto di La Caletta, sul posto venivano dirottati due pescherecci presenti in zona, che con il loro personale riuscivano ad arginare la via d’acqua dell’imbarcazione a vela ed a rimorchiarla verso il porto di Arbatax.
Il Direttore Marittimo di Olbia raccomanda ai diportisti di prestare la massima attenzione prima di intraprendere la navigazione, avendo cura di verificare lo stato dell’imbarcazione e l’efficienza degli impianti di bordo, posto che in mare non ci sono taverne!

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO