Arrestato per maltrattamenti in famiglia nel Nord Sardegna

OLBIA. Nella serata di ieri, alle ore 21 circa, gli Agenti della Questura di Sassari ha tratto in arresto un 46 enne, sassarese, per maltrattamenti in famiglia.
Personale della Sezione Volanti è intervenuto presso un abitazione nel quartiere di Latte Dolce,
dove era in corso una animata discussione tra coniugi.
Gli agenti intervenuti sul posto hanno preso contatti con la donna richiedente l’intervento, la quale ha riferito di essersi allontanata da qualche giorno dalla casa familiare per le continue minacce di morte del proprio coniuge, e, di essere ritornata presso la propria abitazione al fine di riprendersi i figli che avevano trascorso la notte precedente con il padre. Quest’ultimo, improvvisamente, dava in escandescenza minacciando ed insultando la propria suocera, che per l’occasione aveva fatto da tramite per il ritiro dei due bambini, pretendendo un colloquio con la moglie, minacciando di trattenere i due figli se non fosse riuscito nell’intento.

Una volta all’interno dell’appartamento, gli agenti hanno più volte invitato l’uomo a calmarsi, ma quest’ultimo ha continuato ad inveire contro la moglie e la suocera, minacciandole e assumendo un atteggiamento ancora più aggressivo.
Pertanto l’uomo è stato tratto in arresto e accompagnato presso gli uffici della Questura e dopo le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza a disposizione dell’A.G.
L’uomo per gli atteggiamenti assunti nei confronti degli Agenti è stato anche denunciato in stato di libertà per resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale.
Nella mattinata odierna è stato convalidato l’arresto da parte dell’autorità giudiziaria che nella circostanza ha disposto il divieto di avvicinamento alle persone offese. 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO