Domenica andrà in scena a Olbia la "Remata d'inverno-Trofeo Conad"

OLBIA. Si rinnova per il quinto anno la collaborazione tra la Lega navale, il gruppo Conad e il Comitato di Sant’Antonio Abate, quest’ultimo impegnato in otto giorni di festeggiamenti in onore del “santo del fuoco”, fondatore del monachesimo e primo degli abati. Lo sport è un elemento importante della otto giorni di appuntamenti (pianificati dal Comitato in collaborazione con la parrocchia di San Michele Arcangelo, il Comune e il Comitato di quartiere Isticadeddu), che si affiancano alla cerimonia religiosa e alla spettacolare accensione del fuoco nel rione di Isticadeddu il 19 gennaio. Sabato 11 gennaio, alle 14,30, la quinta edizione della corsa podistica “Correre per il falò”.

Dalle fatiche delle gambe a terra, domenica si passa alla fatica delle braccia a mare con la “Remata per Sant’Antonio – Trofeo Conad”. Gli equipaggi adulti si dovranno confrontare con il freddo invernale, alle 10,30, nello specchio di mare del Porto Romano. E con un percorso di 240 metri con una virata. Questa è la prima remata del circuito delle stagioni organizzata dalla Lega navale di Olbia, il sodalizio guidato dal presidente Tonino Cassetta che ha riportato gli olbiesi a riappropriarsi del loro mare. Fondamentale anche quest’anno la collaborazione con il gruppo Conad che porta il nome del trofeo. Alla fine della gara equipaggi e pubblico si trasferiranno nella sede della Lega navale di Olbia, in viale Isola Bianca, per il pranzo curato dal Comitato Sant’Antonio Abate. In tavola le bontà della tradizione: fave e lardo, vino rosso, pane e frutta di stagione. Tutta la comunità è invitata al doppio appuntamento di domenica.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO