Domani al Molo Brin di Olbia grande spettacolo con la Regata Zonale di vela J24

OLBIA. Avete mai visto da vicino l’eleganza di una barca a vela mentre vira? Avete mai sentito la musica delle vele quando il vento le gonfia? O l’adrenalina dei regatanti al momento della partenza? Sabato 29 febbraio e domenica primo marzo questo spettacolo di emozioni verrà servito al pubblico a pochi metri da terra. La Lega navale di Olbia porta le imbarcazioni J24 proprio dentro il porto con la Regata zonale. Basterà andare al molo Brin per vivere la regata come se si fosse a bordo.  Tutto è pronto alla Lega navale per il Contest che vedrà impegnate le imbarcazioni J24 in una sfida ad alto tasso di emozione, con adrenaliniche corse in aderenza al molo Brin. Solitamente ciò che il pubblico può apprezzare delle regate é la bellezza delle vele all’orizzonte. Ma sabato 28 febbraio sarà tutto diverso. I J24, le imbarcazioni da 7,32 metri, saranno a due passi dalla banchina. Uno spettacolo imperdibile non solo per gli appassionati, ma per chiunque ami il mare. Perché non capita tutti i giorni di  sentire da vicino le vele che si gonfiano, la voce decisa dei timonieri nel dare i comandi di manovra agli equipaggi, la musica del vento.

Sono già 12 gli equipaggi iscritti che si divideranno le 8 imbarcazioni messe a disposizione dagli armatori della flotta Sarda J24. Dal punto di vista tecnico il Contest verrà svolto con la formula dei “voli”. In pratica a le imbarcazioni, cinque alla volta, si sfideranno in mini regate con percorsi da compiersi in massimo 15 minuti. Una formula che rende le competizioni emozionanti perché gli incroci radenti e i giri di boa ravvicinati tendono a mettere in risalto le doti tecniche dei regatanti. C'è poi l'instabile direzione del vento, tipica delle aree portuali così ravvicinate al centro abitato, che contribuisce a rendere incerto il risultato tenendo sempre alta la suspence del pubblico a terra.

Al Contest parteciperanno sicuramente i campioni regionali di Vigne Surrau condotti da Aurelio Bini ed Evero Niccolini. Saranno presenti anche gli storici equipaggi della classe J24 come Boomerang, 12.1 Santa Lucia, Molara, Armadillo, Aria-Fondazione di Sardegna (imbarcazione del Circolo organizzatore), Nord-Est Costruzioni, Dolphins by Carta Consulting. A questi si aggiungeranno altri equipaggi che hanno sfruttato la possibilità di usufruire delle imbarcazioni messe a disposizione dagli armatori. Tra questi il fortissimo equipaggio di Sergio Contu con al timone Davide Schintu, quello recentemente costituito da Pino Orrù e il team messo in piedi da Roberto Cuboni e Silvia Abis.

La Lega navale, organizzatrice dell’evento, metterà in acqua una organizzazione di primo livello per fare in modo che tutto funzioni alla perfezione, sia in mare che a terra. Al termine di ognuna delle due giornate di sfide sono previste le spaghettate per i regatanti. Un camion bar nel corso della regata garantirà bibite e cibo a spettatori e regatanti.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO