Arrestato spacciatore a Olbia, sequestrati contanti ed eroina

OLBIA. I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un trentenne di origini nigeriane, disoccupato ed incensurato.
I militari sono intervenuti mentre il giovane provvedeva a cedere una dose di eroina ad un olbiese, un operaio quarantaduenne, con precedenti di polizia specifici, a cui è stato contestato l’uso personale di sostanze stupefacenti.
Accertata la cessione tra i due, i Carabinieri si sono recati presso il domicilio del nigeriano, effettuando così una perquisizione che ha consentito di rinvenire circa 32 dosi di eroina preconfezionate in ovuli di cellophane, del peso complessivo di 23 grammi, occultate sotto il proprio letto, e la somma di € 2.150 in contanti, provento dell’attività illecita.

La sostanza stupefacente ed il denaro sono stati sequestrati, mentre l’arrestato è attualmente ristretto presso la casa circondariale di Sassari Bancali, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania, in attesa del rito per direttissima.
Anche nel periodo in cui gran parte delle risorse dell’Arma sono impegnate per il controllo del rispetto delle disposizioni governative del Covid-19, prosegue l’attività di sul territorio soprattutto in quelle zone della città caratterizzate da fenomeni di spaccio, che non si arresta nonostante il divieto di uscire da casa in assenza di comprovate necessità.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO