Tavolo tecnico sulla didattica per ripartire in sicurezza a settembre

OLBIA. Si è svolto ieri un tavolo tecnico tra Comune, dirigenti scolastici del primo ciclo e referenti sindacali delle scuole. All’ordine del giorno la ripresa della didattica a settembre e le modalità possibili.
«Abbiamo condiviso necessità di conoscere al più presto le linee guida, che siano certe ed attuabili nella pratica – afferma l’assessore alla pubblica istruzione Sabrina Serra -. Partiamo dal presupposto che la didattica a distanza non è una soluzione ottimale dal punto di vista educativo e, inoltre, non può prescindere da un impegno da parte dei genitori degli alunni che, nella maggior parte dei casi, hanno ripreso a lavorare».

«In questi anni abbiamo lavorato alacremente per riqualificare, ampliare e costruire nuove scuole, ma nessun istituto di Olbia ha disponibilità di ulteriori spazi per aprire altre aule ed effettuare doppi turni. Anche gli insegnanti e il personale ATA risulterebbero insufficienti» conclude la Serra.
Sulla stessa linea i segretari territoriali delle organizzazioni sindacali presenti all’incontro, Marina Catte (Cils Scuola), Francesca Sardo (Flc Cgil) e Federico Fadda (Uil Scuola): «Siamo soddisfatti di questa interlocuzione con l'amministrazione comunale. Condividiamo tutte le preoccupazioni manifestate dai dirigenti scolatici e dall'assessore Serra e trasmetteremo in tutte le sedi l’importanza di impegnarsi per aumentare le dotazioni organiche del personale docente ed ATA. Nel contempo, invitiamo gli enti coinvolti, in primis la Regione, affinché facciano tutti gli sforzi economici ed organizzativi per garantire, a settembre, una didattica in presenza ed in sicurezza».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO