Proposta della minoranza in consiglio comunale a Olbia: "Due milioni di euro per famiglie e sport"

OLBIA. I consiglieri comunali di minoranza a Olbia hanno richiesto un consiglio comunale urgente per discutere della variazione di bilancio ed utilizzare due milioni disponibili per famiglie e attività produttive che hanno subito danni dalla pandemia. “Il buon padre di famiglia -ha commentato Rino Piccinnu del partito democratico-  se deve comprare una casa chiede un mutuo, un imprenditore per comprare macchinari o un capannone stipula un mutuo. Usare i soldi cash per fare investimenti è quanto di peggio possa fare un amministratore (che non ha studiato). Aver disatteso la proposta che concedeva alle imprese un contributo a fondo perduto di sei milioni di euro per ripartire in questa difficile e delicata situazione è un peccato mortale. Si potevano fare entrambe le cose. Con i due milioni rimasti si possono ancora aiutare le famiglie (1,5 mil) e le società e associazioni sportive (0,5 mil). Vediamo se anche in questo caso il Sindaco avrà il coraggio di bocciare l’ennesima proposta dell’opposizione”. Ecco la proposta della minoranza che pubblichiamo nella sua forma integrale.




“I sottoscritti Consiglieri Comunali della Coalizione Civica e Democratica, Movimento 5 Stelle e Lista Civica Progetto Olbia
Considerato che
* Il Consiglio Comunale in data 27 maggio 2020 (Ore 00,25 del 28/05/2020) ha approvato il Rendiconto dell’esercizio 2019 che riporta un Avanzo Libero di euro 12.365.331,72;
* L’organo preposto alla variazione del bilancio dell’Ente è il Consiglio Comunale
* La giunta solo in casi di provata urgenza può effettuare variazioni al bilancio dell’Ente sostituendosi al Consiglio, previa ratifica dell’operato entro i termini di Legge.
* La giunta in questi ultimi quattro anni ha sempre variato il bilancio in “urgenza” senza mai preconcordare con il Consiglio Comunale
* Il Sindaco durante gli ultimi Consigli Comunali ha comunicato che L’Avanzo di Amministrazione risultante dal Rendiconto 2019 lo avrebbe impegnato dopo aver concordato con il Consiglio tutte le possibili destinazioni
* Il Sindaco in data 29 giugno c.a., ha applicato (speso) 10 milioni di euro dell’avanzo 2019, disattendendo la promessa fatta in Consiglio Comunale;
* Il Sindaco continua ad ignorare la presenza dell’opposizione, avendo di fatto abolito la Commissione Consiliare Covid 19;
Tutto ciò considerato

1. Chiedono al Sindaco e la Giunta di non impegnare ulteriormente l’Avanzo di Amministrazione 2019 perché di competenza primaria del Consiglio Comunale.
2. Confermano che la Giunta non può ritenere urgenti le variazioni presentate di cui in premessa perchè le Variazioni presentate possono essere discusse, emendate ed approvate dal Consiglio Comunale entro pochissimi giorni
Tenuto conto che
* Non è possibile con soli due milioni a disposizione pensare ad alcun intervento utile a favore di tutte le imprese di Olbia, come peraltro suggerito dagli scriventi nella precedente proposta di Variazione che prevedeva euro 6 miloni a loro favore;
* le società sportive professionistiche e dilettantistiche non hanno fruito di alcun aiuto né da parte dello Stato né da parte della Regione, nonostante siano una realtà importante della nostra città e rischiano purtroppo di scomparire a causa della Pandemia;
* è possibile invece pensare ad un intervento a favore delle società sportive professionistiche e dilettantistiche che partecipano ai vari campionati delle diverse discipline, perché sono delle vere e proprie aziende cui sono venuti a mancare gli sponsor a causa Covid 19
Chiedono
1. La convocazione urgente del Consiglio Comunale per discutere e deliberare in merito ai seguenti argomenti:
    * Proposta di Variazione al Bilancio 2020 n. 1 del maggio 2020 presentata dall’opposizione. Chiarire le motivazioni per cui il Sindaco ha disatteso la proposta
    * Proposta di Variazione al Bilancio 2020 n. 2 del 8 giugno 2020 e precisamente:

impegnare la quota parte dell’Avanzo di Amministrazione libero per un totale di euro 2 milioni come segue:
* quanto ad euro 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00) da destinarsi per contributi economici a favore delle famiglie colpite economicamente dalla Pandemia Covid 19 a valere sulla Missione 12, Programma 07, Titolo I, Macro 104; - Servizi Sociali.
* quanto ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00) da destinarsi per contributi a fondo perduto a favore delle società sportive e associazioni dilettantistiche sportive che partecipano ai vari campionati regionali e nazionali e che hanno subito danni economici a causa della Pandemia Covid 19 a valere sulla Missione 06, Progamma 1, Titolo I, Macro 104. – Politiche giovanili, sport e tempo libero
In fede

f.to Rino Piccinnu, Patrizia Desole, Antonio Loriga, Ivana Russu, Amedeo Bacciu, Massimo Satta,  Davide Bacciu, Maria Teresa Piccinnu e Roberto Ferinaio”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO