Bando per affidamento gestione servizi ai passeggeri del porto di Olbia, ecco l'esito della gara

 (foto: OlbiaNotizie.it)
(foto: OlbiaNotizie.it)
OLBIA. Saranno le società Italservizi 2007 ed il raggruppamento Sviluppo Performance Strategie e Fast a gestire, per i prossimi due anni (con l’opzione di un ulteriore anno aggiuntivo), i lotti I e III del bando di gara per l’affidamento dei servizi ai passeggeri nel porto di Olbia – Isola Bianca. È il risultato dell’apertura delle offerte per l’appalto bandito dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna lo scorso 20 aprile, che ha registrato ben 9 offerte.
Due su tre i lotti aggiudicati ieri sera con la firma del decreto del Presidente dell’AdSP.

Il primo, riferito al Servizio di accoglimento, ricezione, smistamento ed instradamento dei veicoli in arrivo e in partenza dal porto, sarà gestito dalla società di Roma Italservizi 2007, che ha totalizzato il massimo del punteggio attribuibile, pari a 100 punti (70 per l’offerta tecnica e 30 per quella economica), rispetto ai 50,41 attribuiti alla Mast Spa di Napoli.  
Il terzo, che riguarda l’attività di Info point, deposito bagagli, assistenza ai passeggeri all’interno della Stazione Marittima, è stato, invece, aggiudicato al raggruppamento temporaneo olbiese Sps Srl e Fast, che ha raggiunto un punteggio di 75,91 rispetto ai 64,412 della Italservizi 2007.

Rinviata, invece, la conclusione della procedura di gara per il secondo lotto, inerente al Trasporto su navetta dalla stazione marittima alla nave e viceversa, per il quale l’AdSP ha richiesto alcuni chiarimenti sulla congruità nel rapporto offerta tecnica – offerta economica ad una delle 5 società concorrenti.
In base alle offerte tecniche esaminate, tutti i servizi saranno in linea con gli standard internazionali, in particolare per l’organizzazione dell’instradamento, la cura dei passeggeri, soprattutto quelli con mobilità ridotta, ed il monitoraggio della qualità del servizio che dovrà essere resa con scadenze prestabilite in fase contrattuale all’AdSP.
Non secondaria la piena applicazione della clausola sociale, con il riassorbimento del personale dipendente della società uscente, parametro considerato incisivo nella valutazione della commissione.
Il valore complessivo stimato dell’appalto, della durata di due anni più uno, è pari a poco più di 6 milioni e 445 mila euro a ribasso di gara, circa 2 milioni di euro all’anno.

Attesa la lunga durata dell’appalto, l’AdSP, in caso di sopraggiunte necessità di pubblico interesse, potrà comunque recedere dal contratto con un congruo preavviso. “In attesa di concludere la procedura di affidamento del servizio di bus navetta, possiamo comunque confermare la continuità e la piena operatività, con un netto miglioramento degli standard qualitativi, dei servizi ai passeggeri – spiega Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – Nel contempo è stata recepita a pieno la nostra proposta di applicazione della clausola sociale, con il non scontato riassorbimento, almeno per i due lotti aggiudicati, di tutto il personale della società uscente. Un risultato positivo per l’attività del porto di Olbia, che ha visto una grande partecipazione da parte di operatori economici provenienti da tutta Italia, alla quale abbiamo fatto fronte, nonostante la situazione emergenziale imposta dal lockdown, con grande senso di responsabilità e professionalità da parte del personale dipendente”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)
ANSO