Liquami nello stagno di Golfo Aranci, accertamenti della Guardia Costiera

OLBIA. I residenti delle case che si affacciano sullo stagno della Quinta Spiaggia di Golfo Aranci da tempo lamentano i miasmi provenienti da alcuni scarichi nascosti dalla vegetazione che defluiscono lontano dal mare, ma direttamente nello stagno. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della Guardia Costiera che hanno effettuato i primi prelievi delle acque che sono stati inviati ai laboratori competenti per le analisi. Il sindaco di Golfo Aranci, Mario Mulas, in un post su facebook ha dichiarato tolleranza zero nel caso venisse accertato uno scarico abusivo. Ecco il messaggio del primo cittadino:



“Da giorni stiamo verificando la situazione igienico sanitaria nella zona dello stagno retrostante la Quinta spiaggia, in cui i miasmi sono stati segnalati anche dai residenti nella zona.
Nei giorni scorsi il personale dell'ufficio circondariale marittimo della Guardia Costiera ha effettuato dei prelievi delle acque presenti nella zona dello stagno più lontana dal mare. Questi campioni sono stati inviati ai laboratori e attendiamo di conoscere la natura del liquido prelevato.
Abbiamo interessato Abbanoa la cui pompa di sollevamento presente in zona non ha presentato malfunzionamenti o sversamenti del troppo pieno.
Una verifica condotta con i tecnici della stessa Società che ringrazio molto per la disponibilità, ha infine permesso di portare alla luce alcuni scarichi occultati dalla fitta vegetazione.
Abbiamo prelevato dei campioni del liquido che ne fuoriesce e, qualora ne venisse accertata la natura fognaria e abusiva degli stessi, saremo inflessibili nei confronti dei responsabili che ricercheremo e perseguiremo penalmente con ogni mezzo”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
ANSO